Gaming in Spain

Venerdì scorso 27 ottobre si è svolta a Madrid la conferenza internazionale sulle Opportunità del Mercato del Gioco d’Azzardo Online in Spagna, organizzata da Gaming in Spagna, in un momento in cui la DGOJ (Direzione generale per la regolamentazione del gioco d’ azzardo) ha recentemente annunciato l’ apertura di una nuova finestra per l’ acquisizione di una licenza nazionale di gioco d’ azzardo online in Spagna.

Nella prima presentazione della giornata, Juan Espinosa García, direttore generale della DGOJ, ha illustrato la visione dell’ autorità di regolamentazione sulle opportunità offerte dal mercato online. Il suo messaggio è stato che il mercato online ha ancora un grande potenziale di crescita, dato che in Spagna la GGR per abitante rimane indietro rispetto a Paesi come Italia, Danimarca e Regno Unito. Inoltre, anche se l’ introduzione delle bande orarie online un paio di anni fa ha contribuito alla crescita del mercato, esse rappresentano ancora una parte relativamente piccola del mercato rispetto ad altre giurisdizioni.

La DGOJ riconosce che, per essere più competitiva, occorre prendere in considerazione alcuni cambiamenti:

  • Il livello delle tasse sui giochi d’ azzardo ha un impatto negativo sull’ andamento del mercato e dovrebbe essere riesaminato ad un certo punto.
  • Liquidità internazionale per il poker con Francia, Italia e Portogallo, che potrebbe essere implementata ancora nel 2017.
  • Ampliate l’ offerta di giochi da casinò dal vivo, permettete scommesse su sport virtuali e magari Daily Fantasy Sports.

Nelle altre presentazioni della giornata i rappresentanti di Asensi, JDigital e Sportium hanno parlato dei requisiti di certificazione e delle sfide per essere competitivi nel mercato online in Spagna, dove quasi l’ 80% del mercato è concentrato in 5 operatori e in cui hanno dovuto farsi carico di perdite per un periodo prolungato. La tendenza del giorno era che per il mercato on-line in Spagna per essere più competitivi, è importante che la pressione fiscale essere ridotto e che il processo di acquisizione delle licenze e la certificazione essere semplificato.

Si prevede che la finestra per richiedere una licenza nazionale online sarà aperta alla fine di quest’ anno. Il termine per la concessione della licenza è di sei mesi.

by: